Homeschooling ‘En plein air’

La strada che abbiamo scelto per l’istruzione di Isabel qui in Cambogia,(seppure in un sistema misto tra l’homeschooling del mattino e la Scuola Internazionale Peppercorn in lingua inglese al pomeriggio), riflette innanzitutto la voglia di metterci in gioco come genitori nell’ambito del grande cambiamento che abbiamo avuto nell’ultimo anno, col trasferimento in Cambogia.

Cambiare nei ritmi di vita, nei rapporti interpersonali, nell’atteggiamento  verso certe routines (intese come standard creati non tanto per migliorarsi quanto per creare quelle ‘comfort -zone’ che ci da la sicurezza quotidiana).

Continua a leggere Homeschooling ‘En plein air’

Annunci

Una piccola vacanza nella meravigliosa Koh Tunsay

Koh, in lingua thai e khmer “isola”.

Sulla costa cambogiana, di fronte al promontorio dell’amata Kep, la piccola, meravigliosa, incontaminata Isola dei Conigli (Rabbit Island o Koh Tunsay). comunque la più grande di un minuto arcipelago di sette-otto isole delle quali alcune poco più di uno scoglio rivestito da fronde e palme, comunque importante per alcuni progetti relativi alla biologia marina per la tutela di specie rare come cavallucci marini e tridacne, le gigantesche conchiglie, il mollusco più grande al mondo.

Continua a leggere Una piccola vacanza nella meravigliosa Koh Tunsay

Una visita alla pagoda Wat Traeuy Kaoh sull’isola dei pescatori di Kampot

Chiamata anche ‘Fisherman’s Island’, l’isola dei pescatori è una vera isola circondata dal fiume Preaek Tuek Chhu, che proprio in quel punto si congiunge con un fiume affluente determinando la divisione della terra e la formazione dell’isola.

L’isola dei pescatori si raggiunge facilmente anche in bicicletta: passeggiando sulla riverside di Kampot, basta attraversare l’Old Bridge, dopodiché, al secondo incrocio, svoltare a sinistra sino al ponte il quale congiunge l’isola con il resto del territorio di Kampot.

Continua a leggere Una visita alla pagoda Wat Traeuy Kaoh sull’isola dei pescatori di Kampot

Il team Om Sweet Home si concede un giorno di relax a Kep

https://omsweethomerooms.wordpress.com/

L’attività del nostro piccolo Bed & Breakfast prosegue a gonfie vele: tanti ospiti da ogni parte del mondo e tante storie da narrare riguardo ognuno di loro, ma non le narreremo, apparterranno per sempre ai ricordi di questa esperienza, di questo nostro modo di concepire il B&B come espressione della nostra emilianità, onesta e solare, fornendo servizi ma anche cercandoci gli spazi per esistere.

Continua a leggere Il team Om Sweet Home si concede un giorno di relax a Kep

Sulle strade di Kampong Treak

Kampong, nome molto diffuso in Cambogia per identificare una città accanto ad un fiume, così Kampong Treak significa Trek accanto al fiume, il fiume Preaek Tuek Chhu.

Per gli stessi motivi, infatti, Om Sweet Home si trova in Kampong Kampot nel quartiere di Bakoeng, sulla direttrice nord-sud che costeggia il fiume.

Continua a leggere Sulle strade di Kampong Treak

Un piccolo video da noi girato all’interno del Bokor Night Market

 

A  pochi passi da casa nostra, sede del nostro mitico Bed & Breakfast Om Sweet Home (clicca qui)

il Bokor Night Market è un bel centro multi-funzionale che si estende dalla strada principale sino al fiume, una superficie grande, ma non immensa, nella quale passeggiare tra bancarelle di scarpe e vestiti, ristorantini e choschetti, un palco dove ogni sera musicisti o il dj del posto offrono musica, la bella piscina per bambini dal costo di soli 2000 riel (50 dollarcent) che dalle 16,00 sino alle 22,00 offre la possibilità ai bambini di goocare e nuotare anche nel bel contesto luminoso notturno, la temeperatura tropicale aiuta…

Continua a leggere Un piccolo video da noi girato all’interno del Bokor Night Market

Un gita sulla catena dei monti del Bokor

Meraviglioso, imponente, in grado di condizionare il clima di Kampot nel bene e nel male, protagonista dei tramonti cittadini sulla river-side, il monte Bokor è il vero signore del landscape di Kampot, con oltre 1000 m., poco più, d’altezza.

Una gita sul monte Bokor prevede un bel tragitto sulla dolce strada la quale inizia a otto km. dalla città e si snoda sui pendii dolcemente, lunga e larga, serpentiforme e sinuosa, in grado di riservare viste meravigliose sino alla costa del Golfo di Thailandia, le isole sia vietnamite che cambogiane a pochi chilometri dalla battigia.

Continua a leggere Un gita sulla catena dei monti del Bokor