Da Bukit Lawang a Banda Aceh .. riflessioni sull’ecologia del Pianeta

La tappa successiva Bukit Lawang, dopo avere ampiamente goduto della bellezza selvaggia di questo angolo sopravvissuto alla devastazione forestale, fu pianificata nel lungo trasferimento verso Banda Aceh, città capoluogo della provincia settentrionale di Aceh, luogo dal quale partono i traghetti per l’isola di Pulau Weh.

Il trasferimento via terra è davvero lungo: da Bukit Lawang un primo bus pubblico, una sorta di vecchio van, ci ha condotto a Binjai, città/snodo posta strategicamente tra il nord, verso appunto Aceh, Medan o il sud verso il lago Toba o Berastagi, la zona dei vulcani ancora attivi nel nord dell’isola di Sumatra.

DSC_3457
Isabel se la gode sul tuk tuk

Il tragitto verso Binjai ha avuto la durata di tre ore, tra scossoni per le strade fatiscenti, traffico, pick-up di persone locali.

Continua a leggere Da Bukit Lawang a Banda Aceh .. riflessioni sull’ecologia del Pianeta

Annunci

Una piccola, lunga escursione sul Toba

Il terzo giorno sul lago, rilassati dalla dolce armonia dell’ambiente con il suo paesaggio, definitivamente conquistati dall’amorevole carattere della popolazione Batak (ricordate il rappresentante più illustre, nato in Belgio ma di padre con natali sul Toba, il centrocampista belga-indonesiano della Roma Radja Nainggolan), decidiamo di percorrere un sentiero che si snoda sulle colline adiacenti Tuk Tuk che già abiamo notato il giorno precedente.

E’ un’antica caldera ora estinta, una delle ‘micce’ di quella bomba geologica che fu il Toba 70-78000 anni fa quando con la sua esplosione mutò clima e fauna della Terra, ricordiamolo ancora una volta, LA PIU’ GRANDE ESPLOSIONE CHE IL PIANETA RICORDI NEGLI ULTIMI 500.000 ANNI!

Continua a leggere Una piccola, lunga escursione sul Toba

La preparazione del chai

Nell’immagine di copertina una donna prepara il chai in uno dei mille e mille negozietti di strada che incontrate in tutta l’India, in tutto il Kerala.

Il baracchino, il chioschino di questa donna lo incontravo ogni giorno in cui mi recavo, o ci recavamo tutti assieme, a passeggio tra le piantagioni di Pazhayaveettumoozhy, tra manioche e caucciù, bananeti e palme, piccoli appezzamenti di lady-fingers e altre verdure cresciute ben nutrite dalla terra rossa irrigata dalle pioggie monsoniche.

Continua a leggere La preparazione del chai