Bukit Lawang, villaggio ventoso tra le montagne

Nel titolo la traduzione del nome di questo incantevole villaggio a  ridosso della jungla che determina il grande parco naturale Gunung Leuser.

Bukit = montagna, Lawang = villaggio ventoso.

Ciò deriva dal fatto che Bukit Lawang si trova in un canalone in cui scorre il fiume Bohorok, fiume a carattere torrentizio che scende dalle montagne adiacenti, costantemente alimentato dalle piogge equatoriali e dalle numerose cascate dei piccoli torrenti affluenti.

Il canalone in cui sorge il villaggio, per ovvi motivi, è ventoso, da lì il nome di questa comunità che vive del turismo assodato negli anni in cui i trekking alla ricerca degli ultimi oranghi di Sumatra ha incrementato le visite e la costruzione di resort di ogni tipo, eco-friendly, bellissimi bungalow integrati e armonizzati nella foresta adiacente, o semplici guest-house nel villaggio come la nostra, l’Ida.

Arriviamo a Bukit Lawang dopo ore di viaggio sul piccolo van privato che dal Lago Toba, transitando per Medan prima e Binjai poi, cittadina/snodo per le rotte verso il settentrione dell’isola di Sumatra, o verso altre destinazioni a sud come appunto il Lago Toba o Berastagi, la zona vulcanica di questa parte dell’isola.

Continua a leggere Bukit Lawang, villaggio ventoso tra le montagne

Annunci

Da Bukit Lawang a Banda Aceh .. riflessioni sull’ecologia del Pianeta

La tappa successiva Bukit Lawang, dopo avere ampiamente goduto della bellezza selvaggia di questo angolo sopravvissuto alla devastazione forestale, fu pianificata nel lungo trasferimento verso Banda Aceh, città capoluogo della provincia settentrionale di Aceh, luogo dal quale partono i traghetti per l’isola di Pulau Weh.

Il trasferimento via terra è davvero lungo: da Bukit Lawang un primo bus pubblico, una sorta di vecchio van, ci ha condotto a Binjai, città/snodo posta strategicamente tra il nord, verso appunto Aceh, Medan o il sud verso il lago Toba o Berastagi, la zona dei vulcani ancora attivi nel nord dell’isola di Sumatra.

DSC_3457
Isabel se la gode sul tuk tuk

Il tragitto verso Binjai ha avuto la durata di tre ore, tra scossoni per le strade fatiscenti, traffico, pick-up di persone locali.

Continua a leggere Da Bukit Lawang a Banda Aceh .. riflessioni sull’ecologia del Pianeta

Una visita alla pagoda Wat Traeuy Kaoh sull’isola dei pescatori di Kampot

Chiamata anche ‘Fisherman’s Island’, l’isola dei pescatori è una vera isola circondata dal fiume Preaek Tuek Chhu, che proprio in quel punto si congiunge con un fiume affluente determinando la divisione della terra e la formazione dell’isola.

L’isola dei pescatori si raggiunge facilmente anche in bicicletta: passeggiando sulla riverside di Kampot, basta attraversare l’Old Bridge, dopodiché, al secondo incrocio, svoltare a sinistra sino al ponte il quale congiunge l’isola con il resto del territorio di Kampot.

Continua a leggere Una visita alla pagoda Wat Traeuy Kaoh sull’isola dei pescatori di Kampot

Cartoline sulla strada per Kep by Isabel

Ciao a tutti sono Isabel, in questa biciclettata ho fatto per voi delle foto sulla strada di Kep, sino al mare.

Spero tanto che vi piacciano; ciao dalla vostra amica Isabel.

Continua a leggere Cartoline sulla strada per Kep by Isabel

Passeggiando in bicicletta e fotografando sulle strade della Cambogia di Kampong Bay

“Ciao, sono Isabel, la figlia di Valentina e Nicola e dopo 4 anni dei loro post, anche io voglio dire la mia sulle pagine di questo blog.

Tra le varie lezioni home-schooling che ogni giorno mi aiutano nella mia formazione scolastica, anche la fotografia e la post-produzione ora appartengono al mio percorso formativo.

Continua a leggere Passeggiando in bicicletta e fotografando sulle strade della Cambogia di Kampong Bay

Ultima tappa del tour ‘All around Cambodia’: Kratie e i delfini dell’Irawaddy

Quasi estinti ma ancora presenti, sfuggenti come spettri fluviali, poco visibili ma ci sono: nel cuore cambogiano, leggermente a nord-est rispetto alla capitale Phnom Penh, Kratie è una piccola cittadina rurale adagiata sulle sponde del Mekong.

In quest’area il grande fiume, all’incirca a sedici chilometri dal centro cittadino, si espande e allaga un ampio tratto  di campagne, un’area di deflusso delle acqua in questa stagione abbondanti dovute alle copiose piogge.

Continua a leggere Ultima tappa del tour ‘All around Cambodia’: Kratie e i delfini dell’Irawaddy

Un meraviglioso tour nel Rattana Kiri

Dalla caotica Siem Reap alla tranquilla e lussureggiante Banlung, capoluogo del distretto del Rattana (gemme) Kiri (montagna),  dove ancora rimangono alcune importanti foreste primarie, miniere di zirconi e rubini, piantagioni di caucciù, arachidi, mango, tapioca, canna da zucchero, banane e anacardi.

Un’economia rurale in un contesto rilassante, gentile, un’altra Cambogia rispetto al caos delle spiagge del sud o alla città di Angkor, un’economia che, timidamente, anche tramite i nuovi percorsi turistici sta ampliando le proprie prospettive per un futuro sereno.

Continua a leggere Un meraviglioso tour nel Rattana Kiri