Cinema e cultura d'India/In altri stati dell'India/Senza categoria

Laxmi, una fata dal grande coraggio

Il mio romanzo, “Le fate del Travancore”, inizia ad avere i primi consensi, forse perchè con onestà e determinazione, ho voluto dare volti e storie alle donne d’India di margine, la donna in India spesso lo è, eppure donne dotate di coraggio che vivono, combattono i retaggi più idioti della sottocultura castista o islamica, che lottano al fianco di ogni donna in ogni strato sociale, rurale, economico, culturale, sociale.

Tra loro la ‘leonessa’ Laxmi, il nome della Dea della fertilità e bellzza consorte di Vishnu, o meglio, manifestazione shaktica del Dio con la conchiglia, il conservatore.

Un destino scritto nel nome: Laxmi, qualche anno fa, uscendo dalla libreria dove aveva impiego come commessa è attesa da un trio di idioti, tra i quali un pretendente arrogante e meschino da lei respinto che senza troppe cortesie le rovina il volto con l’acido.

acid14f-3-web

L’immagine di Laxmi come testimonial Viva N Diva (clicca sull’immagine per essere indirizzato al sito del brand)

Ma Laxmi è dea della bellezza e nello shaktismo vedico appare anche la dea Durga, fiera con la sua tigre, pronta al combattimento a tutti i livelli, così la giovane ragazza di Delhi inizia la sua personale campagna contro la vendita facile dell’acido, arrivando alla Corte Suprema indiana, ottenendo una legge che limita la vendita degli acidi a tutti i livelli, anche di strada.

Ma Laxmi è una fata dell’India e non si limita a ciò, la sua magia è la determinazione di chi vuole a tutti i costi la sua personale vittoria, dimostra alla stampa come, nonostante la legislazione restrittiva, ancora in India sia alla portata di tutti l’acquisto di questo liquido deturpante, aggressivo, punitivo, non sempre, ahimè no, impiegato nelle pulizie, piuttosto nelle vendette, nelle ritorsioni, nella concezione stupida dell’uomo che se non sarai mia non sarai di nessuno.

35

Ancora Laxmi nella sua veste di testimonial di bellezza e fashion con Viva N Diva

Laxmi entra in una rivendita, richiede una tanica di acido, la ottiene con facilità, denuncia quanto poco e con criteri individuali, siano rispettate le leggi nel suo Paese.

Diviene fenomeno di massa, simbolo di una neo-bellezza che va al di là dell’apparenza in un Paese dove bellezza è ad altissimi livelli mondiali, nessuno nega il fascino di tante attrici e modelle nate in India.

Qui nasce la magia di questo Paese così crudo quando vuole, spietato, infame, così magico nei suoi contrasti: il brand Viva N Diva (abbigliamento tra i fashion di punta nel sub.continente) la vuole come testimonial, come ambasciatrice di bellezza nelle proprie campagne di lancio delle varie collezioni, Laxmi accetta con orgoglio.

Otterrà poi, consegnatole da Michelle Obama, il premio International Women Of Courage, prestigioso premio consegnato a donne che nei loro difficili paesi combattono il quotidiano che le vede relegate soventemente a soli oggetti di piacere e sfruttamento. Donne d’India, Afganisthan, Buthan, Cina, Somalia, Yemen, Corea, Tanzania, Syria come di tante altri parti del mondo  che vive sotto la soglia dei Paesi economicamente avvantaggiati.

Ma Laxmi è una fata tout-court e non si limita alla sua lotta personale, incontra un uomo dolcissimo, che ne vede la profonda bellezza al di là del volto deturpato, che la accetta per quelle scintille in lei insite, che la vuole come compagna di vita, assieme hanno oggi un figlio ma non sono sposati, convivono in un Paese dove ciò è visto con diffidenza.

Il messaggio radicale di una donna che è fata, magica, concreta, immortale.

Om shanti shanti shanti bellissima Laxmiji!

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...