Un elefante contro il sistema!!

E’ successo proprio in questi giorni, nei pressi del Bhagavathi Temple nel distretto di Palakkad, nel cuore Malabar del Kerala settentrionale.

Durante le celebrazioni festose di Holi, la festa dei colori che si festeggia in tutta l’India, il pachiderma dal nome Devidasan (servo della Dea), ha voluto dare un pizzico di euforia alla cittadina di Pulappatta.

Ben bardato per essere il protagonista della parata in suo onore, improvvisamente ha iniziato ad attaccare un paio di auto-rickshaw parcheggiati sul lato della strada ed un pick-up.

Così, improvviso come solo l’animale simbolo in Terra del dio Ganesha (Ganapathi) può fare, pieno di ormoni di maschio adulto e una forza spropositata nella proboscide.

Notate la calma dei due mahout sulla schiena, impassibili (e che potevano d’altronde fare se non mantenersi in equilibrio?), pazienti nell’attendere che l’animale si quietasse dopo la furiosa emissione di energia tramite la sua lunga, muscolosa, possente proboscide.

Nessuno si è ferito, tanto lavoro per meccanici e carrozzai, quelli in India non mancano mai, li immagino già nei loro retro bottega cercando pezzi di ricambio tra decine di auto-richsaw in demolizione per aggiustare alla meglio i tre mezzi danneggiati.

DSCF7641
Uno dei 23 elefanti accuditi nel tempio di Thrissur famosi per il Festival pooram

Anche questa è natura, gentile, docile, educata alla gente ma sempre tra le decisioni finale di una animale maestoso e mai veramente domabile.

Devidasan non sarà abbattuto, i suoi mahout lo accudiranno nei prossimi giorni, avrà tanti bagni nei laghetti del distretto, tante foglie di banano da mangiare, tante coccole dal villaggio che non lo teme, sa che la sua è stata un’estemporanea emissione di forza e istinto.

‘Jay Ganesha Deva’ sempre e comunque, anche quando ti arrabbi e ci ricordi che nella tua serafica calma si nasconde una forza portentosa, senza la quale mai avresti domato demoni ed energie negative.

Nessuno è stato ferito, nessuno morto, solo qualche ora di anarchia animale e catarsi nel giorno di Maha Shivaratri, d’altronde festa dedicata al suo glorioso padre, Lord Shiva.

Anche questo è Kerala, uno stato da cui i razzi partono per giungere su Marte e gli elefanti s’incazzano per ricordare a chi è dedicata una particolare giornata!

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...